Loading...

La metà delle aziende non è in grado di quantificare il costo reale delle frodi perpetrate tramite dispositivi mobili

Nel corso di un nostro recente webinar realizzato in collaborazione con Forrester e Chris Thomas, direttore della divisione Fraud and Identity di Experian nella regione EMEA, è emersa la grande necessità delle aziende di passare da una conoscenza superficiale dei clienti alla comprensione totale dei loro comportamenti, delle transazioni e dei contesti in cui le stesse si svolgono. In questo modo, le aziende saranno in grado non solo di CONOSCERE i propri clienti ma di COMPRENDERLI fino in fondo.

Questo approccio crea una opportunità significativa su due fronti. In primo luogo, ciò contribuirà a rafforzare la conoscenza e la fiducia dei clienti. Questi elementi sono fondamentali per favorire la fedeltà e, pertanto, incideranno sui tassi globali di fidelizzazione e sul valore a lungo termine dato ai clienti. In secondo luogo, come ha spiegato Chris durante il webinar, una comprensione più approfondita consentirà alle aziende di adottare approcci maggiormente incentrati sui clienti per affrontare questioni complesse quali l’autenticazione e il rilevamento delle frodi. Trovare il giusto equilibrio tra l’ottimizzazione del servizio reso ai clienti e la necessità di gestire i rischi rimane una vera e propria sfida, che però può essere positivamente superata tramite l’acquisizione di dati sulle transazioni e sui comportamenti dei clienti su tutti i canali, l’interpretazione di tali dati con metodi di analisi all’avanguardia e la gestione efficiente delle decisioni associate e dei flussi di lavoro di supporto mediante tecnologia innovativa.

Nell’ambito di un sondaggio svolto durante il webinar, è stato chiesto ai partecipanti di confrontare le metriche delle frodi perpetrate tramite dispositivi mobili rispetto a quelle effettuate sui canali tradizionali. È significativo che il 51% degli intervistati abbia constatato una mancanza di visibilità sulle metriche delle frodi effettuate tramite dispositivi mobili. Inoltre, alla domanda su quale fosse la maggiore sfida inerente all’integrazione della gestione delle frodi tramite dispositivi mobili nella strategia di prevenzione delle frodi, similmente quasi la metà (45%) ha identificato la mancanza di visibilità sul traffico mobile. I risultati delineano un quadro allarmante, perché se le aziende non sono in grado di comprendere l’entità reale delle frodi, come possono sviluppare una strategia efficace per combatterle senza incidere negativamente sulle relazioni con i buoni clienti?

È stato inoltre chiesto ai partecipanti di indicare su quale canale, a loro avviso, si sarebbero maggiormente sviluppate le relazioni con i clienti. Considerando che la generazione del nuovo millennio (ossia coloro che hanno raggiunto l’età di 18 anni dal 2000 in poi) sta assumendo un’importanza cruciale come gruppo di consumatori, non c’è da sorprendersi che il 69% degli intervistati abbia indicato i canali online e Web su dispositivi mobili. Il dato interessante è che solo il 13% abbia identificato “Internet degli oggetti” (IoT) come un canale chiave per la futura crescita delle relazioni con i clienti.

Le aspettative dei clienti in termini di facilità di utilizzo dei servizi digitali e sicurezzasono notevolmente aumentate ed Experian offre una vasta gamma di risorse per assistervi in questo ambito. Visitate la nostra pagina Web dedicata per accedere alle registrazioni dei webinar e ad altre risorse utili.