Loading...

Costo/opportunità delle frodi creditizie

Siamo nel pieno di una vera e propria battaglia tecnologica con i professionisti delle frodi: la prevenzione e la sicurezza informatica sono pertanto una sfida che riguarda tutti.

Sappiamo che i truffatori agiscono con rapidità, sono capaci di adattarsi, colpiscono in maniera indiscriminata e dispongono di risorse importanti e strumenti sofisticati: questa realtà è brutalmente messa in evidenza dalle stime attuali, secondo le quali si prevede che il valore delle frodi globali raggiungerà i 2 bilioni di dollari entro il 2020.

Nel contempo, sta nascendo anche una nuova generazione di truffatori, sempre più sofisticati ed equipaggiati.

Il “Dark Web” e il commercio globale all’ingrosso di dati personali si stanno espandendo su scala industriale.

Di conseguenza, la maggiore esposizione alle frodi sta diventando una preoccupazione sempre più seria per molte aziende e, in quattro casi su cinque, i vertici dirigenziali ritengono che le attuali strategie di prevenzione siano inefficaci.

La gestione delle frodi, tuttavia, comporta la necessità di trovare un giusto equilibrio tra i controlli e i possibili attriti con i clienti, soprattutto considerando le aspettative dei consumatori che ormai si attendono di poter eseguire transazioni su canali diversi, con qualunque dispositivo e in qualsiasi momento.

Abbiamo collaborato con Forrester, società leader nel campo della ricerca, per valutare l’opinione di centinaia di CEO e dirigenti senior in Europa, nel Medio Oriente e in Africa.

In molti hanno espresso lo stesso parere in merito alla lotta anti-frode.

Risulta inoltre evidente la crescente pressione esercitata da una concorrenza agguerrita. Si tratta di aziende piccole, flessibili, che si affacciano per la prima volta sul mercato e che, ovviamente, non sono vincolate a sistemi preesistenti. Questi competitor stanno già offrendo con successo servizi semplici e rapidi su più canali e dispositivi, in particolare alla vasta platea di clienti “sempre connessi” e abili nell’uso delle tecnologie digitali.

Per mantenere il proprio vantaggio competitivo, tutte le aziende devono cambiare mentalità e adottare un approccio volto a ottimizzare la qualità del servizio offerto ai clienti se non vogliono restare inesorabilmente indietro.

Accedi al sito dedicato alla Ricerca Forrester: http://ow.ly/SWHY306bgCa