Loading...

Dati sul cliente: più scalabili, convenienti e di rilievo.

Il modo in cui gli uffici marketing usano i dati sul cliente in cui i fornitori li vendono, e quello in cui opera l’ecosistema pubblicitario hanno bisogno di una scossa

Il seguente è un estratto da #7for17 – sette punti di vista sul futuro del marketing. Clicca qui per scaricare il documento completo (lingua inglese).

Viviamo in un mondo entusiasmante fatto di connessioni. Per gli addetti al marketing, i prossimi saranno anni esaltanti, con i dati sempre più integrati nelle nuove tecnologie per offrire ai clienti la migliore esperienza possibile e interazioni impeccabili.

Tutti gli altri (ricordate che siamo tutti clienti) dovrebbero aspettarsi un aumento del livello di servizio e rilievo nelle comunicazioni che ricevono, con le aziende sempre più concentrate sul concetto di ‘marketing basato sull’individuo’ per creare interazioni uno a uno.

Il marketing basato sull’individuo è necessario perché è ciò che ci si aspetta: trattare i clienti come individui e concentrarsi sul valore aggiunto. Per tenere il passo con le aspettative sempre più alte dei clienti, c’è bisogno di un’evoluzione non solo a livello di tecnologia, ma anche nel modo in cui vengono gestiti i dati.

Negli ultimi anni, si è messa sempre più enfasi sulle decisioni in tempo reale, come conseguenza della continua introduzione sul mercato di tecnologie che permettono interazioni quasi istantanee. Ciò che non si è evoluto alla stessa velocità è il modo in cui gestiamo i dati. C’è bisogno di un cambiamento. Il modo in cui gli uffici marketing usano i dati e in cui i fornitori li vendono, e quello in cui opera l’ecosistema pubblicitario hanno bisogno di una scossa.

Al momento, molte aziende creano dei segmenti target a partire da svariate fonti di dati, per poi utilizzarli in diversi canali. Oltre ai diversi canali, questi possono avere diversi livelli di sofisticazione per quanto riguarda il modo in cui performance e conoscenze vengono utilizzate nelle decisioni future. Tuttavia, il gruppo target viene ancora costruito usando dati acquistati separatamente. Che succede se ti imbatti in qualcuno che sarebbe perfetto, ma non rientra nei criteri del gruppo target che hai creato?

O, più probabile, che succede se nell’ecosistema pubblicitario incontri qualcuno di cui non sai niente, ma che è esattamente quello che stai cercando? Quante ottime opportunità ti stai lasciando sfuggire? Allo stesso modo, quante persone non stanno ricevendo il messaggio più utile e di rilievo per loro?

La soluzione è modificare il modo in cui vengono gestiti i dati. I dati al punto di interazione sono il futuro, un futuro che vedremo avverarsi nei prossimi anni. Parliamo di dati che sono pronti al punto di interazione e che potenziano i processi decisionali al momento, prima ancora di creare dei segmenti target.

Potrebbe sembrare un salto nel vuoto, ma le tecniche e la tecnologia ci sono – il bid enrichment e la crescente disponibilità di dati farà sì che questo cambiamento accada.

I benefici sono incalcolabili: esperienze migliori, più consistenti e rilevanti per un numero sempre maggiore di clienti. Aiuta gli addetti al marketing ad avvicinarsi sempre di più e in ogni canale al modello di marketing basato sull’individuo.

Questi trend verranno intensificati dalla continua adozione di Data Management Platform (DMP) dai vantaggi che porteranno alle aziende. Ciò che farà la differenza, però, è il modo in cui le aziende useranno le DMP, non se investiranno o meno.

Con tantissimi fornitori di DMP che continuano a spingere per l’uso di sistemi SaaS senza un supporto adeguato, ad avere successo saranno le aziende che uniranno gli investimenti a una strategia ben studiata e alle giuste competenze.

I prossimi dodici mesi saranno un periodo pieno di sfide ma anche di entusiasmanti opportunità per gli uffici marketing. La tecnologia è lì, sta a noi iniziare a mettere in pratica quello che predichiamo da tempo: mettere il cliente al centro di tutto, mentre tendiamo a un modello di marketing basato sull’individuo nel senso più autentico del termine.

Si sta verificando tutto al momento opportuno: le pressioni del nuovo regolamento e le aspettative sempre più alte dei clienti indicano chiaramente che o si cambia ora o non si cambia più.

Il seguente è un estratto da #7for17 – sette punti di vista sul futuro del marketing. Clicca qui per scaricare il documento completo (lingua inglese).

 

Blog su marketing e conoscenza del cliente 31 marzo, 2017 di Colin Grieves