Misurarsi sui rischi e sulle opportunità

In un contesto fortemente competitivo e caratterizzato da un elevato dinamismo, l'analisi del mercato di riferimento è utile per approfondire la conoscenza del posizionamento dell’azienda, identificando punti di forza e di debolezza dei prodotti o servizi permettendo di individuare i requisiti per essere competitivi.

«Il benchmarking è un processo sistematico e continuo per comparare la propria efficienza in termini di produttività, qualità e prassi con quelle imprese e organizzazioni che rappresentano l'eccellenza»
Karlöf B. e Östblom S., Benhmarking , Editorial John Wiley&Sons, 1993

Esigenza di monitoraggio

Dal momento stesso in cui gli istituti finanziari hanno iniziato a sviluppare “modelli interni” di valutazione del rischio di credito (insolvenze, perdite, ecc.), è nata l’esigenza di monitorare, nel tempo, la performance, la qualità, la stabilità e la coerenza dei modelli utilizzati.

Lo strumento del benchmarking

Indispensabile strumento di informazione sulla struttura del proprio portafoglio clienti in grado di identificare: le dinamiche concorrenziali, i rischi-opportunità del mercato, le possibili leve competitive, i fattori strategici ed operativi, per agire con successo nel proprio settore.

La tecnica del benchmarking

Il benchmarking è una metodologia quantitativa e qualitativa che consente di identificare e analizzare gli scarti tra i parametri interni dei rischi e quelli relativi a benchmark derivanti da riferimenti esterni (modelli esterni o strumenti di riferimento come banche dati, ecc.).

  • Invia

Documentazione di Approfondimento

  • Video webinar "Benchmarking"
  • Benchmarking: misurarsi sui rischi e sulle opportunità (pdf)
  • Benchmarking regolamentare Basilea (pdf)