Loading...

Gestione ottimale dei crediti problematici: una necessità, non più un’opzione

Tocca con mano la potenza di Debt Defence e accedi all’ online tool: https://experianpropositions.com/

Quale sarà l’impatto della crisi sociale ed economica causata dalla pandemia di Covid19? È questa la domanda che le aziende si stanno ponendo per disegnare il nuovo assetto organizzativo e la strategia di ripartenza, passaggio imprescindibile per chi con lungimiranza vorrà adattarsi al cambiamento e non subirlo. Grazie alla presenza globale, abbiamo letto la necessità di supporto in ambito recupero quando in Italia la pandemia era ancora un’ipotesi spaventosa, avendo modo di fare leva sulle esperienze dei colleghi in Asia per essere efficaci nel supportare il mercato locale.

La priorità è quella di individuare al più presto e con la maggiore accuratezza possibile, i clienti che sono a rischio di difficoltà finanziaria: oggi fare “early warning” non è più un’opzione migliorativa del modello di business, bensì una necessità, la necessità di dimensionare il colpo così da essere pronti ad incassarlo in termini di accantonamenti ma soprattutto di costi di recupero.

Per minimizzare il costo di recupero è bene affrontare ognuna delle sue componenti:

  • impegno economico ed organizzativo necessario alla massimizzazione del rientro del credito
  • perdita sul credito
  • deterioramento dell’esperienza cliente

E’ a queste criticità che abbiamo voluto dare risposta con Debt Defence, una soluzione che permette:

Ottimizzazione dei modelli previsionali. Facendo leva sull’analisi dei dati da credit bureau nonché pubblici e reputazionali, individua la vulnerabilità finanziaria nascosta dalla moratoria, clusterizzando il portafoglio clienti in maniera adattata rispetto agli esistenti modelli di scoring.

Contenimento dei costi di provisioning. La segmentazione accurata del portafoglio consente di dimensionare gli accantonamenti in maniera efficiente

Ottimizzazione della Customer Experience. Una visione più dettagliata della clientela consente di confezionare strategie di recupero personalizzate che oltre a favorire la restituire il debito, evitano il deterioramento del rapporto con il cliente.

L’automazione e la velocità delle decisioni consente di essere proattivi nell’individuazione dei bisogni cliente, qui l’intelligenza artificiale è un potente alleato dell’operatore di recupero

Progettata per interagire con in cliente finale, Debt Defence offre un ambiente interattivo e di grande impatto per accompagnare i clienti nel processo di recupero crediti

Riduzione dei costi Opex. Utilizzando avanzate tecniche di analisi e software che si adattano di continuo all’esigenza contingente, è in grado di automatizzare i flussi di lavoro nonchè decisionali, aumentando l’efficienza del recupero, ottimizzando al contempo i tempi e la redditività, sia interna che di terze parti

La massimizzazione dell’automazione dell’interazione finale grazie al “virtual assistant”, per quei cluster di clientela ove applicabile ed efficace, consente di assorbire picchi di volumi in recupero senza mandare in stress la struttura organizzativa nonché garantire un servizio 24/7